• slidebg1
    Storia di un’idea
    che diventò una casa

Il progetto e la visione

"Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso”. Questo dicevaGandhi e questo, in sintesi, racconta ciò che è successo a noi...

Spinti dall’esigenza di cambiare percorso di vita, abbiamo studiato e imparato sul campo i principi della permacultura e dell’agricoltura naturale, abbiamo messo alla prova le conoscenze acquisite dando forma a un progetto e poi abbiamo messo su casa, realizzando la nostra piccola fetta di “pianeta migliore”.

Prima di approdare alla cascina di Albugnano, infatti, il progetto Ca’ Mariuccia si è fatto le ossa ad Azzate, in provincia di Varese, dove abbiamo avuto la possibilità di organizzare eventi e partecipare a manifestazioni che ci hanno insegnato molto, dimostrandoci come i temi cui ci stavamo appassionando incontrassero l’interesse di molte altre persone.

La conferma di tale attenzione è giunta con il successo riscosso da “Le cinque giornate di Azzate – Incontri per il tuo futuro”, organizzate in collaborazione con la Pro Loco di Azzate tra il 25 febbraio e il 25 marzo 2014. Cinque serate tematiche, patrocinate dalla Provincia di Varese e dal Comune di Azzate, per confrontarci sui principi dell’agricoltura naturale, dell'autosufficienza energetica e alimentare, dei nuovi modelli di condivisione e di abitazione. Esperienze, conoscenze e applicazioni argomentate da relatori del territorio caratterizzati da profili differenti – professionisti, associazioni, scuole e organizzazioni – ma un interesse comune: il mondo della coltura etica e della sostenibilità ambientale.

Alle “cinque giornate” è seguito il corso propedeutico alla gestione dell'orto naturale/sinergico, organizzato ad Azzate, dal 23 al 25 maggio 2014, con la docente Anna Morera. Insieme ai 15 partecipanti, abbiamo esaminato e realizzato tutte le fasi preliminari alla costruzione del campo: un sole di 1500 m2, con 22 raggi, progettato per produrre cose buone. Energia disegnata in terra per dare energia alle nostre verdure. Il corso, prevalentemente pratico, ha posto particolare attenzione sulle tecniche di coltivazione naturale e l'utilizzo degli attrezzi necessari, senza uso di macchine e chimica. 

È arrivato settembre e, mentre prendeva vita la nuova avventura presso la cascina di Albugnano, abbiamo chiuso in bellezza l’importante periodo ad Azzate con la partecipazione al mercatino di Golasecca (VA). Qui abbiamo proposto ai numerosi avventori i prodotti realizzati con la frutta e la verdura della nostra terra.

E poi Albugnano ha cominciato a impegnare tutte le nostre energie e, insieme ai tanti amici che sono venuti ad aiutarci, abbiamo condiviso la vendemmia, la raccolta delle nocciole, i primi lavori di ristrutturazione… ma la storia è appena iniziata!

IL NOSTRO TERRITORIO


Nel 2014 il Comitato per il patrimonio mondiale dell'Unesco ha riconosciuto l'eccezionale valore universale dei "paesaggi vitivinicoli del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato" iscrivendoli nella Lista del Patrimonio Mondiale. Nella motivazione, si legge che quei paesaggi «sono una eccezionale testimonianza vivente della tradizione storica della coltivazione della vite, dei processi di vinificazione, di un contesto sociale, rurale e di un tessuto economico basati sulla cultura del vino». E' questo il “paesaggio culturale” in cui sorge Ca’ Mariuccia, nel paese di Albugnano, che si è meritato il soprannome di “balcone del Monferrato” grazie alla sua posizione dominante sulle colline circostanti.

Oltre allo splendido panorama dal Belvedere Motta – che offre alla vista vigneti, boschi, paesi e le vette delle Alpi Marittime e Cozie – alle belle case padronali settecentesche e all’antica chiesa romanica di San Pietro, Albugnano accoglie la celebre Abbazia di Vezzolano. Fondato alla fine del XI secolo, il complesso della Canonica di Santa Maria di Vezzolano rappresenta un vero gioiello dell’arte romanico-gotica, un’opera magnifica e di rilevante importanza storica raggiungibile dalla chiesa di San Pietro attraverso un gradevole tracciato immerso nella natura.

Nei pressi di Albugnano, il comune di Castelnuovo Don Bosco offre ai visitatori eleganti palazzi nobiliari, chiese barocche (Sant'Andrea e la chiesa del Castello) situate nel centro storico sovrastato balla torre dei Rivalba, chiese romaniche (Santa Maria di Cornareto e Sant'Eusebio) che costellano i colli e, naturalmente, la casa natale di San Giovanni Bosco con il tempio a lui dedicato, il Museo Missionario Salesiano e il Museo Contadino.

Per gli amanti della natura e delle passeggiate all’aria aperta, ma anche della buona tavola, le aree di interesse nei dintorni di Albugnano sono davvero numerose. La presenza di un’articolata rete di strade, stradine di campagna e sentieri offre l’opportunità di piacevoli escursioni a piedi o in bicicletta, anche seguendo i percorsi proposti dalle Strade di Colori e Sapori. Gli itinerari, che attraversano i tanti piccoli paesi tra le colline, forniscono utili suggerimenti per le tappe nei ristoranti e nelle aziende vinicole in cui degustare gli ottimi vini locali.

Chi desidera, invece, vivere un salto nel tempo, alla scoperta dei luoghi che custodiscono la fede e l’arte cristiana, può imboccare la Via Francigena, tra le cui tappe fondamentali appare l’Abbazia di Vezzolano. Celebre percorso di pellegrinaggio risalente al medioevo, idealmente sviluppato tra Canterbury a Roma, la Via Francigena è stata nei secoli un'importante via di comunicazione e pellegrinaggio lungo la quale circolarono influenze artistiche e si verificarono scambi culturali e commerciali. Oggi rappresenta un’occasione, per fedeli e non, di esplorare il territorio da un punto di vista diverso.

Come Raggiungerci

CA' MARIUCCIA s.s.a.
Fraz. San Emiliano, 2 - 14022 - Albugnano (AT)
info@camariuccia.it

Coordinate GPS:
latitudine: 45.079293 - longitudine: 7.985748

DA ALBUGNANO: arrivati al cimitero di Albugnano prendete la strada in direzione di Aramengo. Proseguite per circa 1 km  fino a quando non trovate il cartello con freccia direzionale di Ca’ Mariuccia alla vostra destra.

DA SS458: girare sulla SP 74 (Località Sant'Emiliano), proseguire per circa 500 mt fino al cartello Ca’ Mariuccia che trovate alla vostra sinistra.

Prenotazioni ristorante: +39 335 7507496

Eventi privati e comunicazione: +39 Angela 338 8785164

Fornitori: Andrea: +39 3482280993

Logistica: Stefano + 39 3383125308

Ufficio stampa e comunicazione: Paola +39 3484455959